News

  1. Home page
  2. News
  3. 18 errori che si commettono all'inizio di una relazione

18 errori che si commettono all'inizio di una relazione

Dopo mesi o anni di singletudine, finalmente vi sembra di avere trovato una persona con cui vale la pena mettere radici, o quantomeno provarci. In questo caso, è naturale voler inserire la quarta e partire a spron battuto, ma forse per i primi mesi è meglio andarci caute: sebbene sia il periodo più eccitante e stimolante – quello in cui gli occhi si trasformano in cuoricini e le farfalle abitano stabilmente nella pancia, portandovi con la testa tra le nuvole -, è anche il banco di prova, quello che può determinare se la relazione ha le gambe per poter camminare da sola oppure non s’ha da fare.

In questa prima fase, è fondamentale prestare attenzione a ciò che accade dentro e fuori la relazione, cercando di guardare oltre il rosa che appanna i vostri occhi e offusca la vostra mente. Nonostante l’infatuazione, bisogna aver cura di non commettere alcuni errori, molto comuni nei primi mesi di frequentazione.

1. Innamorarvi troppo velocemente

Siete insieme da appena una settimana e già dite di lui che è l'unico amore della vostra vita. Di questi tempi, la maggior parte delle persone non ha alcuna fretta a impegnarsi seriamente. Con lui, potrebbe trattarsi semplicemente di chimica o di connessione, vedendovi solo come un'avventura a breve termine. Sbilanciatevi finché non siete sicuri che lui consideri la relazione con il vostro stesso livello di serietà. 

2. Rivelare le emozioni troppo presto

Quando si tratta di esclamazioni appassionate come "Penso che mi sto innamorando di te", ecco, pensalo, non dirlo. Le prime fasi di un rapporto di solito sembrano così promettenti e anche se vi sentite profondamente a vostro agio, le vostre emozioni potrebbero essere più avanti dei fatti. “Condividete con il partner tanto quanto lui condivide con voi e solo se lo sentite giusto, non forzato”, consiglia l'esperta di relazioni Margaux Cassuto.

3. Sottovalutare i piccoli segnali negativi

Al primo appuntamento avete notato che continuava a guardare il cellulare, poi ha fatto quella battuta sopra le righe, infine non ha offerto la cena, ma ha voluto dividere a metà il conto... però, quel suo modo di fare, e il suo aspetto, e la sua intelligenza compensano, no? No. Se il vostro istinto è indispettito da queste piccole cose, ma voi continuate a coprirle, come a non volerle vedere, dovete prepararvi al peggio. Perché potrebbero peggiorare

4. Risultare asfissianti

Oggigiorno mandare una montagna di messaggi al giorno è la normalità. E quando vi piace qualcuno, vorreste sentirlo ogni secondo. Ma non all'inizio di una storia: all'inizio, è meglio andarci piano poiché l'invio compulsivo di messaggi potrebbe dare l'impressione di soffocare e mostrare una mancanza di autocontrollo. Cercate di stare al suo passo e mantenete un po' di mistero.

5. Finire subito a letto

Non c'è un momento giusto per fare sesso in una relazione: può succedere dopo il primo appuntamento o dopo tre mesi. «Ma sappiate che quando il sesso inizia presto, può dirottare le emozioni e offuscare il giudizio. Ciò significa che se non siete realmente connessi, il sesso può complicare le cose», spiega l'esperta di relazioni LaVonya Reeves.

6. Ficcanasare sull'argomento denaro

Va bene chiedere cosa fa per vivere e se gli piace il suo lavoro, ma non spingetevi molto oltre. Quando iniziate a fare domande più specifiche, come "Che tipo di auto hai?" o "Sei proprietario di case?" intuirà che siete in cerca di informazioni precise riguardo al suo status quo economico, domande legittime, ma magari da riservare più in là, quando la relazione sarà ben avviata.

7. Mostrare falso interesse per i suoi hobby

«Potreste essere in grado di tollerare un concerto dei Metallica, una battuta di pesca o un episodio di Breaking bad, ma se fingete che siano cose fantastiche, quando non lo pensate davvero, vi imbucherete in un vicolo cieco. Siate educatamente oneste, e ricordate: dopo tutto, essere interessati a cose diverse mantiene viva la relazione», afferma la psicoterapeuta Karol Ward.

8. Essere troppo appiccicose

Alcune persone si rivelano asfissianti, troppo appicicose all'inizio: questo non è un bene e spesso si ritorce contro, causando la ritirata del partner. «Le persone hanno bisogno di spazio. Dovete assolutamente dare al partner del tempo da spendere... senza di voi», suggerisce Reeves.

9.Ignorare le bandiere rosse

È allettante trascurare tratti di personalità non proprio ideali all'inizio di una relazione, sia perché siete invaghite, sia perché volete davvero che le cose vadano bene (o entrambe). Ma non trascurate mai la menzogna, l'aggressività, la gelosia verbale, in quanto possono essere tutti segnali di una futura relazione tossica.

10.Essere troppo permissive

Prendere alla leggera il rapporto che il vostro partner ha con la ex nel tentativo di apparire aperta di vedute e poco gelosa, potrebbe ripercuotersi sulla relazione più avanti e il vostro partner potrebbe non comprendere cosa vi irrita, spiega Cassuto. Assicuratevi sempre di esprimere i vostri veri sentimenti (entro limiti ragionevoli).

11. Cercare di predire i suoi sentimenti

Fate un'analisi: all'inizio di una storia, quanti messaggi e conversazioni con le vostre amiche sono spese per cercare di capire cosa voleva dire lui e quale sarà la sua prossima mossa? «Ma è un atteggiamento che può portare fuori strada. Invece di sprecare tutto quel tempo concentrandovi esclusivamente sull'altra persona, pensate piuttosto a ciò che state pensando e sentendo voi. È come durante un colloquio di lavoro: non solo state cercando di proporvi nella maniera migliore, ma dovete capire anche se è il posto giusto per voi», spiega la life coach Georgina Taee.

12. Parlar male dei vostri ex

Non importa quanto avete odiato il vostro ex: a nessuno fa piacere sentire in continuazione le lamentele su una persona che in teoria avete amato. E soprattutto, così spaventerete la nuova fiamma, che si immaginerà cosa potrebbe toccargli in sorte, se le cose andassero storte. Evitare, sempre!

13.Ragionare per stereotipi

Quando si esce con qualcuno, all'inizio è più semplice notare anche le più piccole cose e cadere vittima di facili pregiudizi. Per esempio: vive ancora a casa? Allora è un mammone. «Fermatevi e aprite la vostra mente alla possibilità che non sappiate veramente chi sia questa persona e sfruttate l'occasione per scoprirlo», afferma Taee.

 

Si ringrazia Vanity Fair per l’articolo.

 

Scopri le offerte di Siv Vacanze, per noi viaggiare è questione di emozioni.

Copyright 2018 by Run@Way Srl - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la copia non autorizzata dei contenuti del sito