Call Center Orario No Stop

WhatsApp Line

Lun-Ven 09:30-19:30 / Sab 10-13

327.98.56.411

06.64.56.36.96

News per single

Come liberarsi dai sensi di colpa parte 2

Scopri come vivere in modo differente

985
0:00
909292



Senso di colpa (2a parte): Le origini

Senso di colpa residuo
E' la reazione emotiva scatenata da ricordi dell'infanzia. Si riallaccia a frasi del tipo:
“Se lo fai un'altra volta, papà si arrabbia!”. Le implicazioni contenute in frasi del genere possono ferire ancora adulti che per esempio deludono il capoufficio, percepito come persona autorevole da cui ottenere a tutti i costi approvazione, pena il senso di colpa per la delusione.

Senso di colpa autoimposto
L'individuo rimane immobilizzato nel presente per aver commesso atti che violano un sistema di valori che si è dato, non necessariamente collegato all'infanzia.
È il senso di colpa di chi per esempio ha imparato che “non deve essere troppo indulgente con sé stesso” o di chi si dice che “non bisogna ridere se si sente una barzelletta piccante”.

Senso di colpa collegato all'amante o al coniuge
La frase “se tu mi amassi” è un modo per manipolare l'altro e per castigarlo se si è comportato in un determinato modo, o per indurre la persona amata a conformarsi alle esigenze ed ai sistemi dell'altro.
Nella persona che si lascia agganciare da questo tipo di senso di colpa esiste l'idea errata di dover essere necessariamente “come l'altro vuole che sia” per essere amati ed accettati.

Senso di colpa ispirato dai figli
Il genitore che si sente in automatico un cattivo genitore per il fatto di non aver accontentato il figlio, con il suo senso di colpa, offrirà il fianco al figlio stesso che ne approfitterà per manipolarlo.
I vantaggi psicologici del senso di colpa
1. passando del tempo a sentirti colpevole di una cosa che è già avvenuta, non hai altro tempo da impiegare per migliorarti. Quindi il senso di colpa non è altro che un sistema per evitare di correggerti.
2. Spostando indietro nel tempo la responsabilità, ti risparmi tutti i rischi che affrontare un cambiamento comporta.
3. Il senso di colpa può essere un mezzo per recuperare la sicurezza e la protezione, invitando altri a prendersi cura di te.
4. Oppure puoi ricevere l'approvazione degli altri per sentirti rammaricato del gesto commesso, pur non approvando gli altri il gesto stesso.
5. Il senso di colpa inoltre ci allontana dalle nostre responsabilità e addossa agli altri la colpa di come ci si sente: “avrò anche sbagliato ma è ingiusto che mi facciano sentire così”. Quindi i “cattivi” alla fine sono altri e non io.

Alcune strategie per eliminare il senso di colpa

Iniziare a pensare al passato come a qualcosa di immutabile: non c'è senso di colpa che possa cambiarlo. Incidi questa frase nella mente “sentirmi in colpa non cambierà il passato, né mi renderà migliore”. Fai una lista delle cattive azioni commesse e poi assegna ad esse un punteggio da 0 a 10 a seconda del senso di colpa provato, poi fai la somma. Rifletti sul fatto che se da 10, 100 o un milione, ciò non cambia nulla né nel passato né nel presente. Il tuo senso di colpa è una dissipazione.

Domandarsi che cosa si sta evitando nel presente grazie al senso di colpa.
Es: una persona che aveva una relazione extra coniugale diceva di sentirsi in colpa ma continuava ad incontrarsi con l'altra donna. Il senso di colpa gli impediva di affrontare la situazione e rimettere in sesto il suo matrimonio. Del resto per uscire dal senso di colpa avrebbe potuto iniziare a pensare che i rapporti extra coniugali egli li giustificava, e accettare che nel suo sistema di valori era incluso un comportamento che molta gente condanna.

Quindi molto spesso le ricette per venire fuori dal senso di colpa sono: o cambiare, imparando dal passato oppure accettare se stessi, anche a costo di ricevere l'altrui disapprovazione. Una volta che non si avrà più un bisogno spasmodico dell'approvazione altrui, sparirà anche il senso di colpa legato ad un comportamento disapprovato dagli altri.

Riconoscere il proprio sistema di valori. A quali valori credi profondamente?
Quali sono fittizi e ti derivano da una imposizione della società o sono legati a ricordi dell'infanzia? Elenca questi valori fittizi e accetta di vivere all'altezza di un codice di valori morali determinato da te, e non imposto dagli altri.

Insegnare alle persone che hai accanto e che cercano di manipolarti che sei perfettamente capace di far fronte al loro disappunto e alla loro delusione.
Es: una madre al figlio “resta pure seduto tu, le prendo io le sedie, visto che non hai mai tempo”. Il figlio potrebbe rispondere: “va bene mamma, se vuoi affaticare la schiena fai pure, visto che non vuoi aspettare neanche pochi minuti, credo mi resti ben poco per dissuaderti”.

Pensare al senso di colpa come ad una “scottatura per aver preso troppo sole”: una volta scottati, bisogna solo aver pazienza. Ripetermi quanto sono stata incauta nell'espormi al sole, non mi toglierà la bruciatura, così come costernarmi e dirmi che non valgo nulla, non mi toglie il senso di colpa. Se non voglio più bruciarmi, dovrò iniziare a pensare a diverse modalità per espormi al sole, la prossima volta.

( si ringrazia  Annalisa Sammaciccio autrice dell'articolo)










Rimani sempre aggiornato/a e iscriviti alla nostra newsletter !

Per avere sconti, usufruire di promozioni e buoni regalo, essere aggiornati sulle novità e le news per single dal mondo, iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter. E' un servizio che tutela la tua privacy, discreto e annullabile in qualsiasi momento.

Copyright 2017 © by Escape Travel LTD - All rights reserved - Vietata la copia non autorizzata, anche parziale, dei contenuti del sito